Rumore di passi nei giardini imperiali.

E' l'ultimo libro pubblicato da Alberto Liguoro
Genere: Fantascienza

"..in un tempo indefinito e in luoghi indefiniti, in una nuova dimensione al di fuori del tempo e dello spazio, alcuni uomini e donne vivono una nuova Odissea."


mercoledì 27 gennaio 2010

OMAGGIO ALL'INGHILTERRA (nel giorno della memoria della tragedia degli ebrei e dell'intera umanità)

Perché l'Inghilterra non è entrata in pieno in Europa e affatto nell'area Euro?
Sotto la Regina Elisabetta II sono accaduti tutti gli eventi di rilievo del Mondo d'oggi e il riepilogo degli eventi del mondo di ieri, non sotto l'€.
Non vi è dubbio che l'Inghilterra incarna e rappresenta la Generale Visione del Mondo. Può darsi che non lo sia per sempre, ma ora è così.
Ma come è stato possibile tutto questo? Su che cosa si fonda l'Impero Ideologico, il Dominio, prima che razionale, istintivo dell'Inghilterra? Non sulle tradizioni e sui nobili, ma sulle solide colonne, i pilastri d'acciaio ben piantati in terra dei piccoli, del popolo, dei minatori del Galles piuttosto che dei meccanici delle contee, sconosciuti, oscuri lavoratori, caparbi sostenitori della vita pubblica,silenziosi e forti, sulle loro spalle, e solo sulle loro spalle si regge il riferimento privilegiato, la centralità guida dell'Inghilterra su tutto il Mondo nell'assetto attuale, compresi Stati Uniti,Cina e India il cui potere militare ed economico non è antitetico e non intacca, né può intaccare, con la materialità, i parametri del pensiero e del sentire che sono tutt'altra cosa.

8 commenti:

  1. Letto e riletto mi viene una sola domanda: ma non starai sopravvalutando la 'perfida Albione'?

    RispondiElimina
  2. Leggo che la sterlina inglese si sta indebolendo rispetto all'euro e ciò potrebbe in tempi brevi portare alla parità fra le due valute. In tal caso sembra legittimo chiedersi se sarà mantenuta la moneta inglese autonoma rispetto all'euro o se quest'ultimo sarà esteso anche all'Inghilterra. Ti domando:per quali motivi U.S.A., Cina e India dovrebbe riconoscere la centralità addirittura di livello mondiale di una nazione decisamente meno forte sia economicamente e militarmente?
    Concludo: a me non piacciono gli inglesi, non si può negare che sono stati dei formidabili opportunisti. ma oggi?

    RispondiElimina
  3. Eh caro mio... poi alla fine della fiera le chiacchiere so' chiacchiere e i fatti so' fatti!
    'I tenessimo nuje governanti, dirigenti, economisti, diplomatici, professionisti e via dicendo che valgono non la metà, ma 'nu quart' 'e chilli che po' hann' fatto scola a americani, indiani, australiani e via dicendo, ai quali si so' ispirati cinesi, giapponesi e compagnia bella.
    Certo co' luci ed ombre. Ma questo si sa non è un mondo di farfalle. Vid' che hann' cumbinato Tedeschi, Russi, non escludendo i saccheggiatori francesi, e i nostri compatrioti dove li mettiamo? Per non parlare di quei sant'uomini di colonizzatori spagnoli e portoghesi, missionari compresi (ancora oggi in campana).
    Del resto come ce lo spieghiamo che tutti gli ex colonizzati so' rimasti legati all'Inghilterra. Pure Gandhi diceva che se ne avevano 'i, ma semp' dovevano rimane' amici. E gli Arabi? Solo cu gli inglesi parlano. E 'o capo 'i Stato d'u Canada sai chi è?
    Po' certo le opinioni so' opinioni. Detto questo non c'è dubbio che i buoni e i malamente stanno a tutt'e pizzi.
    Nuje simme du Sud che ce fotte!
    Cja' Albert

    RispondiElimina
  4. Noi siamo del sud che ci fotte!
    Non mi vergogno a dirti che ho fatto una figura di cacca con te.
    La prossima volta cercherò di capire meglio, mannaggia a me!
    Però mi consola pensare che sono solo un direttore di carcere in pensione! E prima anche altro e peggio.

    RispondiElimina
  5. Tranquillo caro Luigi! 'O pensa' è pensa' e ognuno è libero. Figure di cacca 'e fa chi ruba o fa uso di violenza, MAI chi pensa.
    Buona giornata e a presto.

    RispondiElimina
  6. su suggerimento dell'amico Luigi, ho osato metter naso in codesto blog!

    hai, hai, hai!

    troppo impegnativo, per il mio scarso livello!!!!

    comunque, devo sinceramente dire che gli inglesi sì mi stanno sulle balle, però sempre con rispetto!

    ricordo la frase, ma non l'autore:

    "mare in tempesta, il continente è isolato"

    ecco, con questa semplice frase, spiegato il carattere inglese!
    (anche se oramai "imbastarditi" anche loro)

    una buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Dai, Mandi, non scherzare, lo sai che non è vero, devi solo impegnarti, disvelare il dialetto, usato con molta sapienza.
    A te poi le forme dialettali pacciono, o no?
    Vedrai che ti risponderà, a modo suo naturalmente, l'intelletto è finissimno.
    Se poi decidesse di venire nel tuo blog o quello condiviso, ne guadagneremmo tutti.

    RispondiElimina