Rumore di passi nei giardini imperiali.

E' l'ultimo libro pubblicato da Alberto Liguoro
Genere: Fantascienza

"..in un tempo indefinito e in luoghi indefiniti, in una nuova dimensione al di fuori del tempo e dello spazio, alcuni uomini e donne vivono una nuova Odissea."


domenica 31 gennaio 2010

Dove finisce il Padreterno e inizia il Papa Re?

In quale veste Sua Santità ha preso le parti dei dipendenti della Fiat e dell'Alcoa? Mi sarei aspettato che prendesse le parti, che so... dei terremotati haitiani, a quanto pare poco e male aiutati, dei bambini rapiti, chiaramente per espianto degli organi e/o pedofilia (mi fa ridere la proposta per l'adozione umanitaria, per quanto in condizioni irregolari, da parte di sante persone, di bambini non orfani, uno dei quali ha addirittura 12 anni, che non se lo prenderebbe forse neanche una coppia di ottuagenari), o di tanti altri disgraziati che sovrabbondano nel Mondo e, fino a prova contraria sono tutti figli di Dio.
C'è da dire che con la Fiat e l'Alcoa (fermo restando che dal punto di vista operativo non ha aggiunto una virgola alle trattative in corso, come ben sanno tutti, in primis quelli che, teoricamente, dovrebbero dolersi di simili ingerenze) ha, forse interpretato meno le priorità del "Dominus", ma ha certamente raggiunto due importanti risultati politici: 1° portare dalla sua le famiglie dei licenziandi, sottraendoli ad agitatori, comunisti, sindacati e via bestemmiando. 2° riaffermare una diretta partecipazione alle problematiche degli italiani, quasi sudditi del Vaticano, compiacendo così anche l'assetto di potere interno dello Stato Italiano, visto che si è sempre detto (e ultimamente lo si sta proprio urlando) che il Governo italiano "si ispira a principi cristiani". Ha raggiunto, quindi, un obiettivo di supporto governativo.
Se avesse parlato di Haiti e quant'altro, avrebbe certamente espresso di più i principi ecumenici della Chiesa, ma dal punto di vista del concreto consenso non ci avrebbe guadagnato nulla o briciole [qui tutto sommato non se ne frega gran che nessuno di Haiti e via salmodiando, lì non se ne fregano gran che di noi (intendo italiani, europei, popoli "ricchi" in genere), tanto meno, poi del Soglio Pontificio]. Quindi, in teoria, è stata una mossa astuta mica da ridere, dal punto di vista degli interessi nostrani in generale.
Sì ma, di grazia, può spiegarmi qualcuno più addottorato, tutto questo che c'entra con l'umana fede in Dio?

BOLLETTINO PER I NAVIGANTI

Se vuoi visitare il sito www.literary-algor.blogspot.com/ importante isola dell'arcipelago, seguendo la rotta più facile e breve, vai su GOOGLE, metti sul motore di ricerca: algor's. Il primo riferimento che risulterà dalla schermata è quello che cerchi.

mercoledì 27 gennaio 2010

OMAGGIO ALL'INGHILTERRA (nel giorno della memoria della tragedia degli ebrei e dell'intera umanità)

Perché l'Inghilterra non è entrata in pieno in Europa e affatto nell'area Euro?
Sotto la Regina Elisabetta II sono accaduti tutti gli eventi di rilievo del Mondo d'oggi e il riepilogo degli eventi del mondo di ieri, non sotto l'€.
Non vi è dubbio che l'Inghilterra incarna e rappresenta la Generale Visione del Mondo. Può darsi che non lo sia per sempre, ma ora è così.
Ma come è stato possibile tutto questo? Su che cosa si fonda l'Impero Ideologico, il Dominio, prima che razionale, istintivo dell'Inghilterra? Non sulle tradizioni e sui nobili, ma sulle solide colonne, i pilastri d'acciaio ben piantati in terra dei piccoli, del popolo, dei minatori del Galles piuttosto che dei meccanici delle contee, sconosciuti, oscuri lavoratori, caparbi sostenitori della vita pubblica,silenziosi e forti, sulle loro spalle, e solo sulle loro spalle si regge il riferimento privilegiato, la centralità guida dell'Inghilterra su tutto il Mondo nell'assetto attuale, compresi Stati Uniti,Cina e India il cui potere militare ed economico non è antitetico e non intacca, né può intaccare, con la materialità, i parametri del pensiero e del sentire che sono tutt'altra cosa.

martedì 26 gennaio 2010

IL BUSILLIS (dov'è l'inghippo?)

Scusate tanto, io so' paesano, ma se non ho capito male, il sindaco di Bologna, coi soldi nostri, si portava il suo pezzo di gnocca sbordellando in giro. Poi, scoperta la cofecchia, si dimette.
Dice Prodi: tipico esempio di persona dotata di grande senso di responsabilità.
Ora, la domanda è: CHE COSA SIGNIFICA?
So' cambiati i tempi? Una volta si sarebbe detto: tipico esempio di grandissimo figlio di zoccola.
Oppure... pure Prodi, sotto sotto... anche lui... coi soldi nostri... ? Sapete com'è... cane non morde cane (soprattutto quando paga Pantalone).
Chi risponderà in modo convincente al quiz otterrà l'iscrizione automatica al CLAN LILU, senza tatuaggio e parola d'ordine (--- ... ---).
Grazie

sabato 23 gennaio 2010

NOVITA' IN LIBRERIA

dal 20.2. p.v. in libreria
LA MIA VITA DENTRO
di Luigi Morsello
a cura di Francesco De Filippo e Roberto Ormanni
prefaz. Piero Luigi Vigna
www.ilgiornalieri.blogspot.com/
Infinito Ed.
collana I Saggi
ISBN 978-88-89602-93-5
pag.208 € 14,00
.
Uno spaccato di fine secolo della società italiana, sotto gli occhi di chi ha vissuto dove più profondamente essa è stata intaccata dai tempi.
Quali luci e quali ombre consegna il '900 al III° millennio in questa nostra bella e disgraziata, amata e tradita, serva e nobile Italia?
I ricordi, la lucidità espositiva e l'onestà intellettuale dell'autore con l'assistenza dei collaboratori, ci propongono tutto quanto sopra, è il caso di dirlo, per la semplicità e il valore, su un piatto d'argento.

giovedì 21 gennaio 2010

I CONTI IN TASCA ALL'ANFITRIONE

Ormai del ritrovato accordo d'acciaio Fini/Berlusca (Casini è rimasto indietro perché conta meno) sappiamo tutto. I mass media ci hanno informato di ogni singolo dettaglio. L'unica cosa che (ancora) non sappiamo è quanto gli è costato (a Berluscon ovviamente).
Ma che avete capito? Mi riferivo al pranzo nell'hotel romano dove si sono incontrati; dando per scontato che il conto era a carico di Silvio. Chi invita paga no?

martedì 19 gennaio 2010

DEFINIZIONI

DEMOCRAZIA : sistema politico dove tutto avviene sotto il controllo del popolo sovrano.
DEMOCRAZIA ITALIANA: sistema politico dove tutto avviene sopra la testa del popolo bue.

(però tutto questo è talmente scontato che quasi quasi lo cancello)

Pensiamo piuttosto ai business.
Quali? Diamine! Ce ne sono tanti... quello dell'invio della Cavour ad Haiti, dell'invio di Bertolaso sempre ad Haiti, i certificati medici dei pazzi di Napoli, il consorzio delle mozzarelle, la riabilitazione di Craxi, le trasmissioni di Vespa, gli ammiccamenti sui processi al premier, le benedizioni cinematografiche, lo smaltimento ordinario dei rifiuti tossici, i cambiamenti dei programmi giornalistici (non la MEDIASET, quella è del padrone e di un qualunque Mentana può farne ciò che vuole)... parlo della RAI (che fine ha fatto la rassegna stampa di Bruno Mobrici del mattino su RAI UNO?), ricostruzioni varie... e chi più ne ha più ne metta. Sono talmente tanti che non starci dentro, sia pure marginalmente raccogliendo almeno qualche briciola, significa proprio essere cittadini... di serie Z acciderboli!
Però gli ultimi saranno i primi... e meno male!

lunedì 18 gennaio 2010

LA SAGA DEI GIORNI PARI E DEI GIORNI DISPARI

Eduardo scrisse "la cantata dei giorni pari" e "la cantata dei giorni dispari", ed era il grande Eduardo.
Allora ho pensato di fare una proposta ai nostri traballanti governanti: perché non creare un SUPERMINISTERO delle "leccate"? Sarebbe un dicastero con 2 MINISTRI, uno per "la leccata dei giorni pari" agli americani, e un altro per "la leccata dei giorni dispari" ai preti (o viceversa - in questo caso non conta). Per la scelta ci si affiderebbe ad rapido e snello referendum popolare (prevedibilmente di enorme afflusso e grande successo). Requisiti, oltre che dei ministri, naturalmente, dei sottosegretari, dirigenti e personale vario: lingue lunghissime e ghiandole salivari attivissime.
Questo produrrebbe un vero rilancio della politica e dell'immagine dei Grandi Italiani nel Mondo. In definitiva l'unica variante sarebbe la sostituzione del termine "cantata" col termine "leccata"; che, se fatta bene, comporterebbe che i nostri governanti si trasformerebbero, a loro volta, in grandi (pur sempre) traballanti.
Pensate che si può fare? Affettuosi ringraziamenti e fatemi sape'.
Questo messaggio proviene dal CLAN LILU

giovedì 14 gennaio 2010

CARO LUIGI

Vediamo se riesco a connettermi direttamente:
www.ilgiornalieri.blogspot.com/
.
manco p'o... cmq continuo, alla prossima puntata.

Ora altri siti:
www.literary.it
www.gliautori.it
www.partecipiamo.it [pagina della cultura (poesie e pagine a tema - la mamma, la morte, la vita) e rubrica nuova poesia napoletana]
www.poesiaedintorni.it
www.emmegiischia.com
www.ilparlamentare.it
v. anche www.facebook.com
ed infine, da non tralasciare
www.literary-algor.blogspot.com

Macedonia di frutta acerba con spremuta di limone

ITALIANS IN LOVE
Ma insomma abbiamo tanto rotto le scatole su non fate la guerra fate l'amore e mo' ce la pigliamo con i vari Berluska, Sircana, Marrazzo e via trombando! Se non è incoerenza questa...
.
IL FAMOSO Dizionario Italiano Aggiornato (ED. 1990/2010)
Significato del termine GOVERNARE = Trovare le pezze d'appoggio e gli alibi per giustificare il fare poco o nulla guadagnando molto (o - variante bipartisan - straguadagnando moltissimo).
.
ANCHE GLI SLOGAN SI AGGIORNANO (ma, tutto sommato, quello vecchio, poi, che cos'era... una bufala?):
non più libera Chiesa in libero Stato, ma libero cinema ecclesiastico in semilibero Stato.
.
E per concludere
SALUTIAMO CON TRIPUDIO IL SUPERAMENTO DELLA LOGICA DEL GATTOPARDO
Avete visto quante belle riforme sono state fatte?
2010 - annunciato come "anno delle riforme"
Della Giustizia - bloccata
Del Fisco - sospesa
Altre - allo studio
Tremonti (o Tvemonti) con la "r" sempre più moscia, come è particolarmente evidente nell'espressione ".. uvgenti e impovtanti vifovme non più vimviabili, pvossimamente savanno impvovogabilmente vavate..."
ANNUNCIARE MILLE RIFORME E NON FARNE NEANCHE UNA = questa è la nuova logica, sgrossata da anticaglie, giovanile e fresca, che si può ben definire "la logica del caimano".
La (superata) logica del gattopardo era "cambiare tutto affinché nulla sia mutato".
La (attuale e trionfante) logica del caimano è " non cambiare nulla affinché tutti i privilegi siano mantenuti".
Ah... l'Italia sì che è un Paese moderno.

mercoledì 13 gennaio 2010

Ma le pasquinate sono mai servite a qualcosa?

Le regole del gioco in Italia

La particolarità dell'Italia è che non esistono le regole del gioco.
Esse vengono stabilite giorno per giorno, ovviamente a cura di chi, in quel momento, detiene il potere.
Chi ha osato parlare di "repubblica delle banane"?
Non ne usciremo mai!

martedì 12 gennaio 2010

SPETTACOLO: Botta e risposta alla Stanlio e Ollio

D: Quale è la persona più adatta per la carica di presidente dell'Ente per lo Spettacolo?
R: Un prete.

Chi ne ha voglia e vuol divertirsi può continuare questo sketch inventandosi mille varianti; per quanto mi riguarda HO DETTO TUTTO.

LA NOTIZIA DEL GIORNO

La Commissione Sanità del Consiglio d'Europa afferma che l'influenza A è stata una falsa pandemia, orchestrata dalle industrie farmaceutiche che hanno influenzato l'Organizzazione Mondiale della Sanità, facendo sì che ne derivasse l'indicazione a tutti i Governi del Mondo di acquistare il vaccino, guadagnando, in tale sporco modo, svariati miliardi.

I medici che hanno prescritto e consigliato pubblicamente, a volte con veemenza e impositività, il vaccino, conseguentemente, sono o intrallazzati o sciocchi.

E i Governi? Bisognerebbe distinguere caso per caso.
Per quanto riguarda il Governo Italiano (escludendosi l'intrallazzo in assenza di seri indizi in tal senso), tradizionalmente pronto ad (in)seguire acriticamente tutto quello che si fa all'estero, essendo privo di menti capaci di pensare autonomamente, di scienziati e così via per le note arretratezze e carenze che ci contraddistinguono, faccio fatica a pensare ad una situazione di incolpevole buona fede colpita e offesa dagli eventi; la definizione che mi sembra più attinente, in questo caso è di Governo sciocco [ un po' ladro (come si suol dire) un po' sciocco? (anche questo sta diventando quasi un luogo comune) Morale: siamo alle solite].

lunedì 11 gennaio 2010

NOTIZIARIO

> Oggi è sciopero degli avvocati penalisti (per la chimerica riforma della giustizia).
Qualcuno se ne è accorto?

> Missione in Africa del ministro Frattini. Visiterà 7 Paesi.
Qualcuno (a parte la tasca degli Italiani finanziatori del viaggiatore principale e seguito normalmente cospicuo) se ne accorgerà?

> Iniziano le riprese del film sulla vita di Renato ( René ) Vallanzasca.
Ma non temete, per quanto possano essere rispondenti al vero alcune indiscrezioni secondo le quali sarebbe a buon punto l'allestimento di uno o più film, con finanziamenti ministeriali, dato l'interesse culturale dell'operazione, sulla vita e le opere di stupratori e pedofili recentemente balzati agli onori della cronaca, tuttavia pare proprio che, con un certo sforzo di largo respiro e, sia pure con previsioni alquanto proiettate in avanti nel tempo per motivi tecnici, ci si sta attrezzando a Cinecittà, e, salvo imprevisti, controindicazioni, errori, revisioni ed omissioni, prima o poi, vedrete, si farà, più o meno con un certo impegno, per quanto possibile, quantomeno a basso costo, un bel film sulla vita di una persona per bene. Abbiate fede.

giovedì 7 gennaio 2010

ARTE E SOCIETA' = un binomio inscindibile

E' sempre stato così.
Fin dalla preistoria, che cosa voleva rappresentare l'uomo che faceva graffiti sulle pareti delle caverne, se non il contesto espressivo raggiunto dalla sua comunità, nonché quanto gli derivava dall'osservazione del suo territorio?
Alcuni graffiti della Val Camonica (Capo di Ponte e dintorni)raffigurano una valle ridente piena di cervi ed altra selvaggina - una vera gioia per gli occhi del cacciatore.
RIFLESSIONE:
Anche per quanto riguarda i graffitari dei nostri tempi occorrerebbe poter distinguere tra gli imbrattatori (anche questi ci sono sempre stati, come gli imbrattatele)e gli eredi di Basquiat.

domenica 3 gennaio 2010

RUMORE DI PASSI NEI GIARDINI IMPERIALI

E' il nuovo avvincente romanzo di fantascienza
di
Alberto Liguoro

Illustrazioni di Monica Liguoro


ed. Maremmi Firenze 2009

pag. 384 € 24,80

ISBN 978-88-517-1559-5

… in un tempo indefinito e in luoghi indefiniti, in una nuova dimensione al di fuori del tempo e dello spazio, alcuni uomini e donne vivono una nuova Odissea.


prenotalo in libreria indicando il cod.ISBN di cui sopra

oppure

all’indirizzo e-mail albertoliguoro@libero.it

sabato 2 gennaio 2010

CHE BELLA COSA 'NA JURNATA 'E SOLE

Sono uscito da sotto il grande ombrello della Magistratura per mettermi sotto l’ombrello ( più piccolo, salvo particolari condizioni) dell’Avvocatura. Ora esco anche da sotto questo ombrello, e non mi riparo sotto altri ombrelli; vedo quindi una giornata, e altre giornate, di sole, spero solo che non venga a piovere all’improvviso.

venerdì 1 gennaio 2010

Benvenuti sul nuovo blog

Questo prende il posto del glorioso http://literary-algor.blogspot.com/ (algor’s) che lo ha preceduto, è in darsena, ma, vivo e vegeto, è visitabile e ha ancora molto da dire a chi vuole ascoltare, da far vedere a chi ha occhi per vedere.
Il nuovo blog sarà un po’ diverso dal precedente, più arte e sociale, meno cronaca, politica, religione (quel che s’ha da dire da parte di ognuno vale più di qualsiasi cosa possa dire io che abbia una valenza poco poco più estesa dello stretto personale), stessa ironia (almeno spero).
L’augurio è che abbia la stessa fortuna del vecchio.

Chi vuole scrivermi può spedire alla mia (solita) e-mail albertoliguoro@libero.it l’altra (alberto_liguoro@fastwebnet.it) non la controllo perché, in pratica, non la uso mai.