Rumore di passi nei giardini imperiali.

E' l'ultimo libro pubblicato da Alberto Liguoro
Genere: Fantascienza

"..in un tempo indefinito e in luoghi indefiniti, in una nuova dimensione al di fuori del tempo e dello spazio, alcuni uomini e donne vivono una nuova Odissea."


giovedì 4 febbraio 2010

IO VOGLIO BENE ALL'EUROPA

Ci sono luci ed ombre, per carità, prevaricazioni o tentativi di prevaricazione nell'economia dei singoli Paesi, nell'immagine e nel prestigio politico all'interno e nei confronti dei Paesi terzi, e così via, ma... vi ricordate quando per la conquista di una collinetta morivano ammazzati decine di migliaia di soldati, o quando per una guerra di mercato si metteva in ginocchio una Nazione? E avete davanti agli occhi quanto, non l'altro ieri, ma appena ieri è accaduto nella ex Jugoslavia e sta (ancora) oggi accadendo nell'ex Unione Sovietica, in Medio Oriente ecc.?
Magari si fosse fatta l'unità d'Italia, come ora si sta facendo l'unità d'Europa! Non con l'imposizione e la conquista militare, ma con la confederazione, la comunione, la lenta integrazione tra i popoli, le loro storie, le loro peculiarità.
Bisogna certo pur dire che al giorno d'oggi sono più le spine che le rose:
Guardate gli Americani, si sollazzano con i Francesi, bazzicano con i Tedeschi, sfotticchiano gli Italiani, snobbano tutti gli altri, ma riconoscono solo gli Inglesi.
Guardate i Cinesi, loro bazzicano dappertutto, ma l'Europa credono che sia una marca di bicicletta.
I Giapponesi? Da soli producono quanto riesce a produrre l'intera Europa messa insieme? Non se ne accorgono neanche. Gli Arabi? Apparteniamo per caso all'OPEC? Allora...
E gli Europei? Avete mai sentito qualcuno dire io sono Europeo?
Coraggio ragazzi! Secondo me dopo il XXI secolo ci sarà il XXII... quelli successivi non so...

9 commenti:

  1. A mio modesto avviso, l'unita d'Italia è stata fatta solo sulla carta.
    Sempre a mio modesto parere, l'unita d'Eurapa, è stata fatta solo sulla carta.
    Tutti uniti a coltivar il proprio orticello?
    Mah!

    Comandano i governi, i governanti, oppure gli amministratori delegati, i presidenti delle multinazionali?

    Ho come la sensazione che nel XXII secolo, per un documento qualsiasi, invece che entrar in comune, occorrerà chieder permesso in qualche filiale!

    RispondiElimina
  2. Che allegria! Mi sembri la buonanima (che hai capito?) di Mike Bongiorno! Certo che con gli inglesi c'hai la fissa e il bello sai qual e? Che c'hai ragione, ecco qual è!
    In ogni caso un post godibilissimo.
    Certo che tu vai preso a piccole dosi, uno si deve con te mitridatizzare, senno' svanisce! ;-)

    RispondiElimina
  3. Cari Luigi e Mandi sono contento di avere commenti e dei vostri commenti. Luigi poi lo sa...
    Io spero proprio di non "somministrare veleni" nel qual caso faresti bene a mitridatizzarti. Sono andato a vedere il termine che, onestamente, ignoravo; perché poi, in definitiva, al di là di quel che viene in evidenza, sono un inguaribile ottimista. Mah... speriamo bene.
    Ho cercato di scrivere qualcosa l'altro giorno inviandola a Mandi. Non so se ci sono riuscito. Ad ogni modo non sono riuscito ad individuare un blog di riferimento per instaurare un dibattito, mi sembra che ce ne siano diversi, ma probabilmente mi sono incasinato nei meandri informatici. Con piacere ne saprei di più, s’il vous plaît (accussì levammo 'a miez' ll'inglese).
    Cjà alla prossima

    RispondiElimina
  4. Questo è il link del blog di Mandi:
    http://pomo1965.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Questo è il link in cui Mandi ed altri tre blogger scrivono:
    http://blog-condiviso.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. onorato di cotanta attenzione!

    confermo i link postati dsall'amico Luigi.

    confermo il sospetto sul tentativo di contatto, niente in arrivo, almeno credo!
    (le mie capacità informatiche sono a livello elementare, se non da asilo nido)

    PS: Luigi, ma Mitridate, non era un eunuco?
    ahiahiahiahi!

    RispondiElimina
  7. hai ragione, Luigi!

    ho sbagliato "mitra"!

    RispondiElimina
  8. Anch'io voglio bene all'Europa. Il fatto che ci si unisca mi è sempre piaciuto, fin da bambino sognavo un'Europa sempre più unita. Certo ora, a ben guardare qualche dubbio mi sta venendo. A parte che, come giustamente dici tu conta comunque poco (ma figurati quanto conta l'Italia da sola (e meno male in questo momento aggiungerei!)). Ma i miei dubbi vengono soprattutto sul tipo di Europa che stanno facendo, è nata dall'economia (e ci poteva stare, in fondo era il motivo più razionale, più forte, per spingere verso l'unione), ma ora sembra un'unione soprattutto finaziaria, governata dalle banche, dove l'unica cosa che conta è la forza della moneta ed i cittadini?
    Gli europei?

    RispondiElimina