Rumore di passi nei giardini imperiali.

E' l'ultimo libro pubblicato da Alberto Liguoro
Genere: Fantascienza

"..in un tempo indefinito e in luoghi indefiniti, in una nuova dimensione al di fuori del tempo e dello spazio, alcuni uomini e donne vivono una nuova Odissea."


martedì 2 aprile 2013

Lucio LAMI è morto il 31 marzo u.s. all’età di 77 anni.

Un altro pezzo di Storia, un altro pezzo di Milano e della nostra vita che se ne va. Lo ricordo soprattutto come corrispondente di guerra, negli anni ’80, originale e avvincente nei suoi resoconti e nei suoi libri. Lo avevo conosciuto in occasione di una conviviale e subito mi era apparso come un personaggio di avventura. L’ho poi rivisto, ma di rado. Recentemente ho avuto modo di rivederlo più spesso, quale vicepresidente del prestigioso Club PEN Italia al quale sono onorato di appartenere. Sempre lucido, anzi estremamente lucido; l’unico che strappò un applauso a scena aperta, in una recente assemblea, avendo sottolineato come la stragrande maggioranza dei Premi Letterari, in Italia, a partire dai più qualificati e affermati, è pilotata da interessi che nulla hanno a che vedere con la cultura e la vena artistica; ma nessuno, e tanto meno i mezzi di informazione, ha il coraggio di dirlo, e di fare qualcosa perché non sia più così. Però, avevo notato (ma magari è solo una mia impressione)… c’era qualcosa di amaro in lui, nelle sue espressioni, nelle sue parole, qualcosa di spento, che sapeva di profonda delusione.

Nessun commento:

Posta un commento